La musica a Venezia

Un tempo Venezia era considerata la città della musica: si suonava ovunque e in ogni occasione, in luoghi tradizionali, come i teatri e le chiese, in luoghi meno usuali come i palazzi privati e gli ospedali. Qui si producevano strumenti di valore e qui venne aperta una casa editrice per spartiti musicali.

Oggi, rimangono solo alcune tracce del tempo passato.

Si comincia con la tradizione musicale legata all’assistenza. E’ possibile visitare la chiesa della Pietà progettata da Giorgio Massari per accogliere i concerti e le sonate di Antonio Vivaldi e affrescata a tema musicale da Giambattista Tiepolo. Qui accanto, nel piccolo museo della musica, si possono vedere toccanti testimonianze dell’antico orfanotrofio, da cui provenivano le musiciste e le putte del coro.

L’itinerario può dunque proseguire con la visita alla chiesa dei Derelitti e della Sala della Musica affrescata da Jacopo Guarana, uno dei tesori nascosti della città.

Al termine, visiteremo il teatro lirico per eccellenza, la Fenice: tra divertimento, il carnevale ma anche il risorgimento, capiremo lo sviluppo del teatro e la sua funzione sociale nel passato.

Per questa visita guidata, contattatemi all’indirizzo l.romeo@seevenice.it

Photo: Luisella Romeo

Dettagli

Durata 2-3 ore
Costo 75 euro all’ora
Spese extra ingresso teatro la Fenice, ingresso museo della musica e della sala della musica ai Derelitti, ingresso alle cantorie della Pietà, ingresso al museo vivaldiano
Note tutti, anche ai bambini, soggetto al programma prove del teatro

Condividi